Scegliere un robot aspirapolvere semplice o uno lavapavimenti?

Sul mercato la vasta offerta di elettrodomestici idonei a pulire la casa è tanto vasta per il costante aggiornamento tecnologico in azione, in particolare con l’arrivo dei robot, la gamma di prodotti che sono capaci di fornire un decisivo aiuto ad avere pulita ed in ordine la propria abitazione ha poi fatto un passo in avanti decisivo. In passato difatti, gli elettrodomestici necessitavano che intervenisse l’uomo, attualmente l’avanzare della tecnologia ha fatto in modo che possano svolgere il proprio compito in assoluta autonomia, con la programmazione per dar vita al proprio compito a seconda delle direttive impartite.

I vantaggi e gli svantaggi degli aspirapolveri classici.

Sul mercato ci sono due tipologie di aspirapolvere tradizionale, ovvero la scopa elettrica e l’aspirapolvere a traino.
La scopa elettrica si fa valere in special modo quando le pulizie non sono profonde e per quelle abitazioni disposte su vari livelli. Per quanto riguarda i pregi, sono:

-elevata leggerezza e maneggevolezza;
-trasporto facile.
I difetti invece sono:

-non si possono raggiungere grandi superfici;
-non sono dotate di elevata potenza;
-se c’è assenza assenza di fili la potenza deriva dall’autonomia.

Sul sito www.guidarobotaspirapolvere.it una rilevante guida capace di fornire utili informazioni sul settore degli aspirapolveri classici e sui robot.

Per quanto riguarda concerne l’aspirapolvere a traino, è piuttosto consigliato per una pulizia maggiormente profonda dell’abitazione, così da poter affrontare pure i problemi che derivano dalla presenza di animali domestici in casa, sempre più frequente, e quindi il derivante spargimento di pelo. In relazione ai vantaggi,  bisogna considerare che è capace di rimuovere ciascun tipologia di sporco, pure per la presenza di accessori ideali per raggiungere qualunque tipologia di spazio in casa, pure quelli maggiormente elevati e nascosti.

Con l’uso degli aspirapolveri/lavapavimenti robot invece, è possibile andare a lavoro e poter monitorare l’avanzamento dei lavori da remoto, o attendere che la casa sia vuota per poter impartire il via al robot aspirapolvere oppure lavapavimenti. In tal modo si potrà approfittare dell’assenza di abitanti in casa o o magari di mettere il robot in azione stando in vacanza, dando così l’impressione che la casa veda presenza umana al suo interno, andando così a dissuadere eventuali malintenzionati dall’entrarvi.
Si tratta dunque, di una proposta che sta tanto calamitando il consenso dei consumatori pure in Italia, anche se spesso presupponga uno step di spesa piuttosto elevato da esser però ammortizzato proprio dal servizio che tali automi sono capaci di poter assicurare.