Quali misure prendere nella scelta di un cancelletto per bambini

Nella scelta di un cancelletto per bambini non si può trascurare di valutare una serie di parametri che possono chiarire le idee in fase di acquisto. Intanto, far tesoro di alcuni piccoli suggerimenti, come calcolare l’altezza da terra. Questo è un valore che dev’essere almeno di 50 o 60 centimetri per fungere da barriera posizionata per impedire l’accesso a zone pericolose della casa da parte del bambino. E’ anche importante controllare che il cancelletto deve dotarsi di bordi superiore in orizzontale ed essere formato da doghe verticali il più possibile ravvicinati per non lasciare spazi che potrebbero essere usati dal bimbo per infilarci la testina e rimanere potenzialmente incastrato. In commercio sono disponibili anche modelli fatti a pannelli retati, questa tipologia dispone di fori fissi per l’ancoraggio alla parete, ma attenzione al diametro dei fori che, se troppo grandi, potrebbero fare da esca alle manine del piccolo e trasformarsi in una trappola.

A riguardo, è sempre bene informarsi sul tipo di modello da acquistare e, nel dubbio, chiedere delucidazione al negoziante o all’artigiano a cui si è commissionata la realizzazione del cancelletto protettivo. Va ribadito che non c’è cancello in grado di garantire una sicurezza matematica per la protezione del bambino che dev’essere affidata in primis a un’attenta sorveglianza da parte dei genitori o di chi ne fa le veci, ma sicuramente questo prodotto è un valido aiuto che fa stare tranquilla la famiglia e sicuro il bebè.

Proprio in tema di sicurezza bisogna concentrarsi sui tipi di chiusura dei vari cancelletti. In alcuni modelli, visionabili su www.cancellettoperbambini.it, può essere a spinta, sono i cancelletti più semplici e pratici, in altri casi troviamo cancelletti con chiusura a pressione, in realtà di questo tipo ce ne sono più di uno, di vari materiali in legno o plastica, con chiusure collocate in alto fuori dalla portata dei bambini. Il bloccaggio di questi cancelletti è dato dall’essere ancorati a due estremità della parete con una porticina centrale che si può aprire o chiudere grazie a un meccanismo di bloccaggio. In questo caso il cancelletto è come inscritto all’interno di un’altra struttura portante e il passaggio è più esiguo e, in certi casi, introdotto da un gradino che costituisce un ulteriore intralcio.

Nell’articolo seguente i costi dei cancelletti per bambini estensibili.