Lavatrici, i modelli più virtuosi per silenziosità e consumi

Una volta si girava una manopola e la lavatrice partiva senza tanti fronzoli, oggi ci si perde in una selva di programmi, display, sensori, meccanismi e tecnologie d’avanguardia. Mette quasi paura avvicinarsi alla macchina per timore di esserne fagocitati. E’ il prezzo del progresso, un’arma a doppio taglio che se da un lato complica dall’altro semplifica la vita e sgrava dalle fatiche di una volta per rendere facile il difficile. Le lavatrici di ultima generazione si distinguono per silenziosità e risparmio. Per quanto riguarda il grado di rumore, calcolato in decibel, si può leggere sulla scheda tecnica del prodotto, anche se al giorno d’oggi perlopiù sono tutte silenziose con uno standard tra 40 e 50 decibel. In alcuni apparecchi è possibile programmare il ‘silenziatore’ per cicli di lavaggio in notturna per non disturbare con fastidiosi rumori durante il sonno.

Rientrano in questa tipologia le nuove lavatrici da attivare con partenza posticipata, il cui funzionamento è programmato negli orari a tariffa ridotta (particolarmente utile per chi fruisce della tariffa bioraria), un sistema ‘intelligente’ che evita di far ristagnare nell’umido il carico ‘parcheggiato’ nel cestello. Anche sul piano dei consumi la battaglia è vinta, in quanto i produttori hanno dotato i moderni elettrodomestici di specifiche certificazioni Energy Star, capaci di ridurre i consumi di energia anche nei cicli di lavaggio completi. In particolare, orientandosi su modelli di classe A o derivati (A+, A++, A+++) si avrà la certezza di un risparmio sicuro.

Per ottimizzare gli spazi alcune case produttrici hanno lanciato delle linee di modelli di lavatrici con carica dall’alto che sfruttano lo spazio in verticale con un occhio di riguardo anche alla schiena, visto che si può caricare il cestello senza piegarsi. Sono modelli ‘slim’ che si distinguono anche per una riduzione delle misure standard, adattandosi benissimo a piccoli spazi. Non mancano nelle lavatrici più tecnologiche funzionalità accessorie che si rivelano di particolare utilità come l’autodiagnosi, un meccanismo che individua sul nascere il sorgere di eventuali anomalìe o rotture dell’apparecchio, evitando il peggio in termini di allagamenti o corti circuiti. Altre utili informazioni consulta i modelli di lavatrici di ultima generazione