Lavastoviglie da incasso: migliori modelli, pro e contro

Lavastoviglie a libera installazione o da incasso? Ci soffermiamo in questa sede sui migliori modelli di lavastoviglie da incasso. Fra le lavastoviglie da incasso che si sono distinte per qualità e prestazioni nel corso dell’anno si individuano le Siemens, regine di lavaggio e asciugatura. La particolarità dei modelli Siemens è data da particolari sensori che scelgono in automatico il ciclo di lavaggio più giusto in base al grado di sporco e alle caratteristiche delle stoviglie. Incredibile, vero?

Oltre a ciò, sono fra le più parsimoniose in tema di consumi, piazzandosi in classe A, mentre anche per l’acqua si registrano zero sprechi, in quanto l’utilizzo di un ciclo giornaliero porta a consumare 13 litri con il programma principale e soli 9 con quello ‘eco’ che però si dilata in lunghezza, mettendoci più tempo. E’ proprio la lunghezza dei programmi a rappresentare il principale svantaggio di questi modelli. Consumi ‘mini’ anche con le lavastoviglie da incasso Bosch, marchio storico e inossidabile sul mercato degli elettrodomestici di qualità. Il marchio non si discute per l’eccellenza dei suoi prodotti, in più ha fatto del risparmio idrico ed energetico la sua bandiera, applicata alla maggioranza delle linee di nuovi modelli. Su questo terreno le lavastoviglie Bosch battono la concorrenza riuscendo a limitare il consumo idrico medio annuo a poco più di 2500 litri che in termini monetari sta di poco sotto i 100 euro, un vero record di risparmio che sbaraglia le rivali.

Trovargli un difetto è tutt’altro che facile, semmai si può ravvisare un po’ di lentezza nelle tempistiche dei vari programmi, con particolare riferimento a quello ‘eco’ che impiega qualcosa come 200 e passa minuti, forse davvero un po’ troppi. In compenso, le lavastoviglie Bosch sono fra le più ‘intelligenti’ per gestione dello sporco, in grado di debellarlo individuando i programmi ed anche i detersivi ad hoc, attivando se necessario anche il pre-lavaggio per le stoviglie più incrostate. Beko chiude la terna delle migliori lavastoviglie da incasso dell’anno, con modelli che si distinguono per l’eccellenza nel lavaggio e nella successiva asciugatura. Anche qui consumi ridotti e opzioni supplementari quali il brillantante e la funzione ‘rabbocco del sale’.